Oltre al fatto che la chirurgia per il trapianto di capelli è più diffusa del solito, molte informazioni sul trapianto di capelli sia sui siti internet che sulle immagini stampate fanno sì che le informazioni di base vengano ignorate. Per questo motivo, è importante comprendere correttamente i passaggi di base di un chirurgo di trapianto di capelli di successo.

Dott. Serkan Aygın che opera dal 1996 solo nel campo del trapianto di capelli e della salute dei capelli in Turchia, indica 5 punti critici che richiedono attenzione, nel modo seguente:

  • Diagnosi e pianificazione accurate
  • Accurata estrazione dei bulbi piliferi
  • Conservazione dei bulbi
  • Attenzione all’angolazione, direzione e posizionamento delle unità follicolari
  • Cure post-operatorie

Se dobbiamo spiegare questi passaggi uno per uno;

Primo Punto Critico: Diagnosi e Pianificazione Accurate

Al fine di pianificare un trapianto di capelli, è importante identificare prima la causa della perdita di capelli. Questa diagnosi è determinante per la pianificazione del trapianto di capelli. Ad esempio, se la perdita di capelli di una persona è ancora in corso, quando si pianifica l’area di trapianto, è necessario includere in questa operazione le possibili aree di perdita di capelli in futuro.

La struttura del volto di una persona, non solo considerando l’età presente ma anche l’aspetto futuro. In altre parole, quando si pianifica il trapianto di capelli, una linea frontale non dovrebbe essere disegnata considerando solo le caratteristiche del viso a 20 anni ma tenendo presente il passare del tempo.

Inoltre, la linea di trapianto di capelli non dovrebbe essere una linea retta. Ciò è essenziale per ottenere un trapianto capillare dell’aspetto naturale.

Secondo Punto: Accurata estrazione dei bulbi piliferi

Per il trapianto, occorre prestare la massima attenzione per preservare l’integrità dei follicoli piliferi sani durante l’’estrazione, utilizzando sia tecnica classica FUE che tecnica DHI.

Durante l’estrazione delle unità follicolari, è molto importante prestare attenzione al loro angolo di uscita e direzione in modo che non vengano danneggiati. Altrimenti, le radici e i tessuti circostanti che li alimentano potrebbero essere compromessi. Se un bulbo viene danneggiato durante l’estrazione, le fasi successive risultano inutili.

In altre parole, l’attecchimento dei bulbi trapiantati non avverrà. I would avoid the 4-5 days of following information since a lot of our patient experience this.

Terzo Punto Importante: Conservazione dei bulbi

Per conservare i bulbi estratti la temperatura ideale è +4 gradi, un valore importante per il loro ciclo di vita. Un altro punto importante è che i bulbi estratti vengono conservati in una soluzione fisiologica. Tuttavia l’aspetto più derminante per la loro sopravvivenza rimane il tempo.

Nel classico metodo FUE, le unità follicolari vengono estratte tutte e poi successivamente vengono impiantate. Nella tecnica DHI invece, i bulbi estratti vengono immediatamente trapiantati. È proprio per questo motivo, Dott. Serkan AYGIN, oltre alla classica operazione FUE, preferisce anche la tecnologia del trapianto di capelli DHI.

Nella tecnica di trapianto di capelli DHI, i bulbi vengono trapiantati all’area di interesse in 1-2 minuti dopo essere stati estratti dalla zona donatrice. Nel frattempo, non hanno bisogno di una situazione come essere tenuti a +4 o conservare nella soluzione fisiologica. Poiché l’innesto viene fatto immediatamente, significa che il tasso di sopravvivenza del follicolo è elevato e il rischio di danneggiamento è quasi zero.

Quarto Punto: Posizionamento delle unità follicolari

Nel trapianto capillare il posizionamento/l’innesto del follicolo è un’altro passaggio critico che determina il risultato finale.

Qui, prima di tutto, dobbiamo menzionare la seguente espressione: “Il modello di crescita dei capelli dell’individuo è unico quanto l’impronta digitale e solo un chirurgo altamente qualificato ed esperto può fare la pianificazione necessaria, perché si possa ottenere un risultato adeguato”.

Possiamo specificare in quattro sottosezioni i punti da considerare quando vengono trapiantate i bulbi:

  • L’angolazione del bulbo,
  • La direzione del bulbo,
  • La pianificazione del trapianto, considerando il livello massimo di densità che può essere ottenuto
  • L’innesto dei piliferi nell’ordine giusto.

Diamo un’occhiata approfonditamente a questi punti. Prima di tutto, c’è la questione L’angolazione del bulbo. L’angolo generalmente accettato qui è 40 gradi. Naturalmente, non è necessario che questa situazione sia la stessa per tutti. Si può osservare che una persona che ha pettinato i capelli all’indietro per tutta la vita può aver aumentato questo angolo di alcuni gradi, o viceversa. Per questo motivo, il dottore che effettua il trapiantato, dovrebbe certamente analizzare correttamente le unità follicolari.

Il secondo problema è la direzione. Qui, poiché la direzione dei capelli è perpendicolare rispetto all’attaccatura nella parte anteriore della cima, gli angoli di entrambi i lati si piegano verso quella direzione mentre si spostano verso i lati. Di nuovo, la parte superiore della direzione è la più difficile da determinare, può essere ottenuta una soluzione soddisfacente, con l’esperienza del medico e della squadra che effettuerà l’operazione.

Per il terzo punto: la densità, dev’essere calcolato prima il numero di innesti.

L’area dove si raccolgono la maggior parte di unità follicolari è la nuca, tra le due orecchie. Questi capelli sono meno colpiti dall’ormone maschile, l’ormone che provoca la perdita dei capelli. Per questo motivo sono molto importanti. Ma negli ultimi anni, la parte sotto la mascella della zona della barba, che Serkan AYGIN ha privilegiato ed è resistente alla caduta, è un’altra zona utilizzabile per l’estrazione. Queste ultime unàtà follicolari aiuteranno ad aumentare il volume del risultato mantenendo un aspetto naturale.

Quinto Passo: Cure post-operatorie

Se il paziente che si sottopone al trapianto capillare fuma o beve alcolici, la prima raccomandazione del medico è di interromperne l’uso per i primi giorni post intervento. Perché l’alcol e la nicotina interferiscono con il sangue e impediscono ai globuli rossi che sono globuli di base, di svolgere l’attività di trasporto di ossigeno di base. Ciò influisce negativamente sul “ nutrimento”dei bulbi.

Per quanto riguarda la cura dei capelli, vitamine, l’assunzione di proteine sono altri elementi che Vi aiuteranno nella cura dei vostri capelli. Oltre a questi, lavarsi i capelli, mantenerli puliti, stare lontani da stress sono i punti che riguardano la salute dei capelli per tutta la vita.

Ci contatti se vuole avere un trapianto di capelli di successo.